La Meditazione è un Sentiero, percorrerlo è onorare il senso della Vita

  • Meditazione

Maggio 2020

Tempi difficili? Meditare aiuta…

Vorrei continuare sulla falsa riga intrapresa nell’ultimo articolo.
Vivere tempi difficili, per motivi che fin troppo bene ognuno di noi conosce, è fonte di sofferenza e di grappoli di emozioni che si presentano tutti assieme e ci mettono alla prova costantemente, giorno dopo giorno, in maniera sfibrante e difficile da gestire.
Di norma, nella vita quotidiana, gestiamo momenti di grande stress emotivo di varia natura ma anche momenti di gioia, di serenità e pace. La vita è un costante altalenarsi di stati d’essere piacevoli, spiacevoli ma anche di momenti indifferenti, neutri diciamo.

Ora è diverso, questi giorni sono diversi, un po’ per tutti noi si è palesata una modalità di vita che mette alla prova i confini dei nostri stati emotivi. Ci troviamo, a causa di questa pandemia, in una particolare condizione di vulnerabilità.
È estremamente facile in questi giorni assistere, se siamo abituati un minimo all’introspezione, a continui sbalzi d’umore e a momenti di ansia persistente per molti e differenti motivi. Tutte le emozioni inquinanti vengono a farci visita, in questo periodo difficile, e persistono senza mai andarsene del tutto e si chiamano: paura del futuro, timore del contagio, rabbia per le ingiustizie, panico da mancanza, terrore e così via in un susseguirsi di situazioni che non lasciano tregua, non permettono di trovare respiro.
Oppure, in una atmosfera paradossale, viviamo sospesi in una specie di limbo, una dimensione alienante nella quale siamo da un lato costretti tra le mura domestiche e, dall’altro, contenti di essere al sicuro di queste mura senza però poter effettivamente scegliere.
In questa altalena di emozioni mantenere un centro equilibrato, una radice consolidata diventa molto, molto difficile… arduo direi.
Chiaramente, nella maggioranza dei casi, questo centro si perde e ci sentiamo alienati. Non resta che rifugiarsi nei soliti metodi pur di superare il momento difficile e si ricreano semplicemente le condizioni di attaccamento e repulsione che ben conosciamo. Meccanismi nei quali identifichiamo un nemico in chi ci ha messo in questa condizione o magari un amico in chi ci promette di riportarci la felicità.
Il primo atto è riconoscere l’esistenza di queste parti di noi non in grado di risolvere queste situazioni, capire che gli strumenti che finora abbiamo coltivato sono inadatti e anzi, spesso, possono diventare dannosi.
Ci sono mille difficoltà che si manifestano in questo momento così particolare e mai vissuto prima, affiorano stati d’essere che enfatizzano molto i nostri normali malesseri facendoli diventare quasi impossibili da gestire.
Non occorre andare distante, basta ascoltare o guardare o leggere e si notano, anche nei volti delle persone che quotidianamente incrociano la nostra strada, mille sfumature di questo malessere che, quasi fossimo arrivati impreparati a un esame, evidenzia tutte le crepe della nostra personalità incapace di gestire questa situazione.
Che fare allora?
Questa rubrica parla di meditazione e quindi è chiaro che una delle soluzioni più adeguate, almeno per chi vi scrive, è la pratica meditativa che di per sé aiuta molto ed efficacemente a moderare, attenuare gli effetti di questi momenti.
Ma per chi non avesse una propria pratica meditativa?
Be’ per tutti loro mi sento comunque di lasciare un consiglio. Mettetevi costantemente in una condizione di osservazione, sempre e in maniera strenua, senza lasciare che le emozioni abbiano un facile sopravvento. Ponetevi in uno stato che vi permetta, in assoluta serenità, di essere testimone impassibile dello scaturire dei vostri stati emotivi durante queste piccole o grandi crisi. Se riuscirete, con una certa tenacia e pazienza, a mantenere quella posizione interiore senza farvi sovrastare o travolgere, finirete per costituire un centro, un solido fondamento laddove le ondate emotive non potranno raggiungervi e mettervi a terra.
Questo è di certo un primo importante passo per tornare padroni di voi stessi e ammettere che, ogni momento della vita, specie quelli più difficili, possono trasformarsi in enormi opportunità per crescere e conoscersi più a fondo.



Contattami...

Cellulare

348.055.43.86

Skype

Skype dbattaglia